Kemay

La nostra presenza

Per rendere il più accogliente possibile la permanenza nelle strutture

La Cooperativa Sociale Kemay si occupa di accompagnare i richiedenti protezione internazionale e le Comunità parrocchiali che li accolgono, mettendo a disposizione il proprio personale nell’erogazione dei servizi previsti dalla convenzione stipulata dalla Fondazione Opera Caritas San Martino con la Prefettura di Brescia.

Nello specifico, la Cooperativa Sociale Kemay offre corsi di prima alfabetizzazione, accompagnamento sanitario e psicologico, accompagnamento legale e accompagnamento all’autonomia.

Grazie all’esperienza maturata dalla sua nascita a oggi, la Cooperativa Sociale Kemay è in grado di offrire e promuovere esperienze che rendano il più accogliente ed utile possibile la permanenza nelle strutture da parte dei richiedenti asilo.
Con alcune Amministrazioni comunali sono state siglate convenzioni per far svolgere ai richiedenti attività di volontariato; sono stati attivati diversi corsi di formazione lavoro e tirocini lavorativi, oltre che corsi di alfabetizzazione per l’ottenimento del certificato di Lingua Italiana L2 e per il conseguimento del diploma di licenza media.

In questa prospettiva, la Cooperativa Sociale Kemay ha aderito anche al progetto di integrazione “Paese che vai… Accoglienza che trovi!” in collaborazione con la Parrocchia di Sant’Eufemia, il Consiglio di Quartiere e Acli Sant’Eufemia.
390
accoglienze
totali
74%
permessi di soggiorno ricevuti (su 131 persone che hanno lasciato l'accoglienza)
35%
iscritti scuola media e superiori
72%
partecipanti corsi di formazione professionale
13%
con contratto di lavoro
Per i richiedenti asilo accolti nelle esperienze
di microaccoglienza sono garantiti i seguenti servizi
Corsi di prima alfabetizzazione della lingua italiana per stranieri (L2)
Accompagnamento legale
Accompagnamento sanitario
Accompagnamento pscicologico
Accompagnamento all’autonomia e all’integrazione sociale
#Io accolgo
KEMAY Cooperativa Sociale / C.F. e P.iva 03763780982 / Privacy Policy / Credits