Kemay
Corridoi Umanitari dall'Etiopia

11 Dicembre 2019

Corridoi Umanitari dall'Etiopia

Anche Caritas Diocesana Brescia è in cordata con altre otto caritas diocesane (Aosta, Asti, Pavia, Pescara, Assisi-Nocera Umbra, Torino, Verona e Vicenza) per l’accoglienza di 71 persone provenienti dai campi profughi dell’Etiopia e beneficiarie dei Corridoi Umanitari, finanziati dalla CEI e realizzati da Caritas Italiana, insieme alla Comunità di Sant'Egidio. Arrivate sabato 30 novembre a Roma, e successivamente accolte presso una struttura a Rocca di Papa, sette sono le persone approdate a Brescia (un giovane adulto e 2 mamme con figli), ospiti di due comunità accoglienti (Fiumicello e Rodengo Saiano). Caritas Diocesana di Brescia, tramite la Cooperativa Kemay, è peraltro alla seconda esperienza di accoglienza nell’ambito dei corridoi umanitari: nel giugno 2018, una famiglia di eritrei con quattro figli minori, è stata ospitata in un appartamento nella Parrocchia di Santa Giulia del Villaggio Prealpino (BS).

L'ingresso di queste persone in Italia è reso possibile grazie al nuovo Protocollo d’intesa con lo Stato Italiano, firmato lo scorso 3 maggio dalla CEI (attraverso Caritas Italiana e Fondazione Migrantes) e dalla Comunità di Sant’Egidio, che prevede l’arrivo di 600 persone nei prossimi due anni, dopo il primo accordo che ha già portato nel nostro Paese 500 rifugiati nel 2017-2018.

I Corridoi Umanitari, rappresentano una via alternativa, sicura e organizzata per chi fugge dalle guerre e dalle persecuzioni, ma anche per chi accoglie, in quanto i beneficiari verranno fin dall’inizio inseriti in percorsi volti all’inclusione.
Lo scorso settembre il Premio Nansen 2019 per i Rifugiati dell’UNHCR è stato assegnato, per l’Europa, al progetto dei Corridoi Umanitari, per «aver assicurato a migliaia di rifugiati e persone con esigenze specifiche un canale sicuro per ricevere protezione e la possibilità di ricostruirsi un futuro migliore in Italia».

 

Corridoi umanitari_nov19
ULTIME NEWS
example-image

24 Febbraio 2020
The Game, quando salvarsi la vita diventa un gioco
Dai confini balcanici si tenta l'ingresso in Europa per due, dieci, venti volte. Un continuo tentativo che viene chiamato The Game dai migranti.
example-image

31 Gennaio 2020
Presentazione Report 2019 "Il diritto di Asilo"
Presentazione del report per mantenere alta l
example-image

13 Gennaio 2020
Progetto Fami - MEET 2In a Lisbona
Cooperativa Kemay a Lisbona per apprendere le buone pratiche di inclusione per i migranti
KEMAY Cooperativa Sociale / C.F. e P.iva 03763780982 / Privacy Policy / Credits